CARAIBI

SINT MARTIN
storia
itinerari
cultura
ambiente
attivit
informazioni


Privacy Policy

Saint Martin, la Storia


Saint Marten era abitata da amerindi emigrati su quest?isola dalla terraferma americana. L?isola era chiamata anticamente 'Soualiga' (Terra di Sale) in onore delle sue innumerevoli saline e il primo europeo che vi approd fu Cristoforo Colombo. Il famoso esploratore sopraggiunse sulle isole settentrionali dei Carabi nel 1492 mentre cercava un passaggio ad ovest per mezzo del quale arrivare in Asia. L?anno successivo Colombo giunse nei carabi orientali avvistando prima Dominica ed otto giorni dopo Saint Martin che dedic al vescovo san Martino di Tours. Al momento non tutti gli studiosi sono d'accordo sul fatto che Colombo fosse giunto effettivamente a Saint Martin. Sulla scia degli inglesi che nel 1623 avevano stabilito una roccaforte sull?isola di St Kitts, anche i francesi ed olandesi fecero reclamo dei territori nei Caraibi orientali stabilendosi a Saint Martin nel 1631. Due anni dopo successe che le due potenze vennero mandate via dagli spagnoli che erano stati i primi a reclamare l?isola pur non avendola mai colonizzata. Gli spagnoli nel 1644 sconfissero gli olandesi che tentavano di occupare l?isola: nella battaglia il famoso colonizzatore olandese Peter Stuyvesant perse una gamba. Quattro anni dopo il popolo spagnolo riconsider la sua situazione nei carabi e abbandon spontaneamente l?isola di Saint Martin. I francesi e gli olandesi subito si interessarono a quest?isola e nonostante avessero stipulato nel 1648 un accordo per dividersi l?isola, in realt se la contesero fino al 1817, quando vennero finalmente fissati in confini attuali. Fu avviata cos la redditizia economia delle piantagioni che utilizzava gli schiavi importati dall?Africa. Le foreste vennero distrutte per far posto alle piantagioni di tabacco, indaco, cotone, caca, caff e canna da zucchero. Nei primi anni del XIX secolo, purtroppo, la coltivazione dello zucchero diminu e venne sostituita con la barbabietola prodotta in Europa; questo perch i mercanti risentirono delle lite tra inglesi e francesi che bloccavano la rotta delle loro navi. Quando nel 1848 venne abolita la schiavit, a St Martin vennero bloccati i lavori nelle piantagioni e si diede inizio ad un?economia di sussistenza. Il pacifismo tra le due nazioni che si contendevano il medesimo territorio dur fino alla Seconda Guerra Mondiale, quando prima i francesi e poi gli Alleati ne presero il controllo per difenderla. L?economia locale inizi la sua lenta ripresa a partire dalla costruzione, da parte degli americani, di una pista d?atterraggio per velivoli militari, l?attuale aeroporto Juliana nella zona olandese, Sint Maarten. Dopo la fine della guerra l?aeroporto facilit lo sviluppo dell?isola come legame di trasporti della regione e diede l?avvio all?industria turistica. Sulla storia recente di Saint Martin hanno un peso rilevante gli uragani e i danni da essi provocati; in particolare ricordiamo l?uragano Luis del 1995 e l?uragano Lenny del 1999. L?industria turistica ha risentito fortemente dei danni causati da questi fenomeni, perch diversi alberghi sono stati chiusi e il personale rimasto senza lavoro.
Anguilla - Antigua e Barbuda - Antille Olandesi - Bahamas - Barbados - Cuba - Dominica - Giamaica - Grenada - Guadalupa - Haiti
Isole Cayman - Isole Vergini GB - Isole Vergini USA - Martinica - Montserrat - Navassa - Porto Rico - Repubblica Dominicana
Saint Kitts e Nevis - Saint Vincent e Grenadine - Santa Lucia - Sint Eustatius - Sint Maarten - Sint Martin - Trinidad e Tobago - Turks e Caicos